Kermesse inaugurale per il MAXXI

di Redazione 1

Un edificio straordinario non più legato all’idea di edificio-museo e senza schemi prefissati, ma che è capace di integrarsi arricchendo il tessuto urbano..

ZHA_MAXXI_RB_06

Si inaugura oggi a Roma l’apertura del MAXXI – il Museo nazionale delle arti del XXI secolo opera dell’architetto anglo-irachena Zaha Hadid che si è aggiudicata il progetto tra 273 candidati provenienti da tutto il mondo – che dal 30 maggio aprirà definitivamente anche al pubblico.

Un edificio straordinario non più legato all’idea di edificio-museo e senza schemi prefissati, ma che è capace di integrarsi arricchendo il tessuto urbano grazie alla complessità dei volumi (spirali elicoidali, flussi, gallerie) alle pareti curvilinee, all’evolversi di spazi pubblici sempre diversi e inaspettati.



Sono quattro le mostre pensate per il debutto del MAXXI: 1) Spazio. Dalle collezioni di Arte e Architettura del MAXXI (fino al 23 gennaio 2011); 2) Gino De Dominicis. L’Immortale (fino al 7 novembre 2010); Luigi Moretti architetto. Dal razionalismo all’Informale (fino al 28 novembre 2010); 4) Kutlug Ataman. Mesopotamian Dramaturgies (fino al 12 settembre 2010).

Progetti di arte, architettura, musica sperimentale e ancora installazioni, video, disegni. Lo spazio, gli ambienti dialogano con le opere d’arte che sono state acquisite dal Museo Nazionale in questi ultimi 7 anni. E allestimenti insoliti e non conformi alle regole.

Venerdì sera si potrà assistere ai concerti di musica sperimentale organizzati insieme alla Fondazione Musica per Roma del vicino Auditorium. La Pmce (Parco della Musica Ensemble) si confronterà con grandi capolavori, come Persephassa, opera cardine del compositore Iannis Xenakis, assistente di Le Courbusier oppure con l’opera di Giorgio Battistelli, presentata al Maxxi in una nuova versione elettronica. Sabato 29 maggio si svolgerà invece la Festa di Roma; coloro i quali sono riusciti a prenotare entreranno gratuitamente. In soli nove giorni sono stati staccati ben 15.000 biglietti.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>