“Fabio Donato-Viandante tra le arti” al PAN di Napoli. Fino al 15 ottobre

di Marina Pellegrino Commenta

La mostra dal titolo “Fabio Donato-Viandante tra le arti” raccoglie circa 300 scatti in bianco e nero e a colori, selezionati dal suo archivio personale, ben più corposo. Storie e personaggi appartenuti al mondo della musica, del teatro, della fotografia, delle arti figurative, che hanno toccato il suolo napoletano..

Andy Warhol, Lucio Amelio e amici al City Hall. 1983.

Sono gli ultimi giorni per poter accorrere al PAN-Palazzo delle Arti di Napoli e ammirare la più grande mostra fotografica che questa sede abbia mai potuto ospitare, il viaggio lungo quarant’anni di un “artista tra le arti” come Fabio Donato.
Il sorprendente fotografo napoletano ha seguito con il suo sguardo Napoli quando in questa straordinaria città era forte l’impegno artistico, quando la sua cultura e la sua storia si mescolavano con quelle di altre culture. Una Napoli fatta di storia internazionale.



La mostra dal titolo “Fabio Donato-Viandante tra le arti” raccoglie circa 300 scatti in bianco e nero e a colori, selezionati dal suo archivio personale, ben più corposo. Storie e personaggi appartenuti al mondo della musica, del teatro, della fotografia, delle arti figurative, che hanno toccato il suolo napoletano. Galleristi, cantanti, attori, commediografi, scrittori. Grandi nomi passati dal Teatro Instabile, dal Living Theatre; dalle mostre nelle gallerie Lia Rumma, Trisorio, Studio Morra. Dalla sperimentazione musicale degli anni Settanta, a Eduardo Bennato, Daniele Sepe. Dal jazz di Dizzy Gillespie, Gil Evans e Chet Baker a Marco Zurzolo, e così via.
La fotografia più celebre è sicuramente quella scattata nel City Hall Cafè dove ci sono Andy Warhol, Joseph Beuys e Lucio Amelio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>