WhatsApp, ecco due messaggi pericolosi che si stanno diffondendo

di Gtuzzi Commenta

Nel corso degli ultimi giorni stanno circolando con sempre maggiore insistenza due messaggi WhatsApp che sembrano davvero molto pericolosi. Gli hacker stanno utilizzando la denominazione di Coop, ma puntano inevitabilmente a un solo obiettivo, ovvero la carta di credito.

whatsapp

È stata la catena Coop a svelare in prima persona come sia necessario prestare la massima attenzione a non effettuare l’apertura di messaggio di questo genere, garantendo una maggiore protezione a tutti quei dati che si riferiscono alla propria carta di credito.

Cosa sta succedendo? È tutto legato all’ennesimo messaggio su WhatsApp, in cui viene promesso l’invio di uno specifico buono Coop da ben 100 euro. Un modo davvero molto vantaggioso che offrirebbe la possibilità di festeggiare come si deve l’anniversario numero 60 della catena, che si affianca a un altro messaggio che riguarda, invece, una presunta e inesistente carta regalo. Si tratta di due messaggi che nascondono un gran numero di pericoli.

Si tratta di un modus operandi che non è certo nuovo a tutti gli addetti ai lavori. Proprio poco tempo fa, infatti, era già successo qualcosa di simile con la promozione Esselunga. In quel caso, lo schema che era stato messo in atto per ingannare gli utenti era praticamente lo stesso di un messaggio sulla carta regalo Coop, che viene ripetuto in questo caso, sfruttando il nome per l’appunto di una delle più importanti catene che fanno parte della grande distribuzione.

Come detto, non è certo un fenomeno poco noto. Infatti, da quando è stato messo in evidenza il primo lockdown per arginare la pandemia da Coronavirus, tutto il commercio sul web ha fatto un salto verso l’alto pazzesco e un gran numero di italiani ormai si è abituato a fare la spesa prevalentemente online.

Ecco spiegato il motivo per cui, insieme agli acquisti, di pari passo è diminuita anche la soglia d’attenzione, dal momento che tutte le varie potenziali vittime ormai sono decisamente abituate alla ricezione di messaggi di catene di supermercati. Il problema è che, in questi casi, a rischio c’è l’incolumità dei propri dati: il pericolo che si corre è notevole, dato che l’obiettivo di questi hacker è quello di impadronirsi dei dati della carta di credito degli utenti. Se il primo finto messaggio su WhatsApp legato al marchio Coop fa riferimento a un buono spesa da 100 euro in regalo, ritirabile tramite link, il secondo si riferisce alla carta regalo, che porta l’utente a cliccare su un link che mira a rubare i dati della carta di credito, attuando la condivisione su almeno 20 contatti o 5 gruppi WhatsApp.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>