Una cucina in giardino

di Marina Pellegrino Commenta

La cucina outdoor è composta da un lavandino creato da un catino, da un piano cottura a gas e da un piano d’appoggio ricavato da un tagliere. Il rubinetto per l’acqua è collegato ad un tubo per annaffiare il giardino e tutti i liquidi che scendono giù per il tubo di scarico vengono raccolti sotto il lavello per poi essere facilmente rimossi..

Chi ha detto che la cucina è solo e semplicemente uno degli ambienti di cui si compone un’abitazione? E chi ha detto che il compito di cucinare all’aperto spetti solo al barbecue? Esistono anche delle straordinarie cucine da giardino attrezzate di tutto che, adesso viene il bello, ci si può costruire da soli, seguendo delle semplicissime istruzioni scaricabili da internet (www.studiomama.com e www.ten-plan.com).



La cucina outdoor è composta da un lavandino creato da un catino, da un piano cottura a gas e da un piano d’appoggio ricavato da un tagliere. Il rubinetto per l’acqua è collegato ad un tubo per annaffiare il giardino e tutti i liquidi che scendono giù per il tubo di scarico vengono raccolti sotto il lavello per poi essere facilmente rimossi.
Tutto quello che vi occorre per poter costruire la vostra piccola e simpatica cucina outdoor lo potrete recuperare dal vostro ferramenta sotto casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>