Una Float House per New Orleans

di Marina Pellegrino Commenta

La base su cui poggia la Float House è di 1,2 metri. In presenza di un’alluvione, al graduale aumentare del livello dell’acqua, questa si sposta verticalmente su dei pilastri fino a raggiungere un’altezza di 3,6 metri..

© Morphosis

Una casa galleggiante. Lo studio Morphosis guidato da Thom Mayne ed il dipartimento di Architettura e Urban Design dell’UCLA sono gli autori di questo innovativo e ambizioso progetto pensato per la città di New Orleans dopo la terribile tragedia dell’alluvione devastante che l’ha colpita nel 2005 dopo l’uragano Katrina.



La Float House è una casa prefabbricata dotata di fondamenta galleggianti che, in caso di future inondazioni, sarà in grado di portare in salvo gli abitanti. E’ stata costruita lo scorso anno per Make It Right, la fondazione costituita e finanziata da Brad Pitt.

La base su cui poggia la Float House è di 1,2 metri. In presenza di un’alluvione, al graduale aumentare del livello dell’acqua, questa si sposta verticalmente su dei pilastri fino a raggiungere un’altezza di 3,6 metri trasformando la casa in una specie di zattera.

Tra le fondamenta e la casa, un elemento di separazione, una sorta di guscio, protegge la casa e tutti gli impianti meccanici ed elettrici, dall’acqua.
Si tratta di una casa economica per via della riduzione dei lavori di cantiere e ed in grado di produrre autonomamente energia e raccogliere acqua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>