“Write a Bike” per tutti!

di Redazione 1

Un intero alfabeto di lettere usate, dunque, per comporre dei nomi propri, come Andrea, Matilde, Regina, nomi combinati a volte pensati anche per dei tandem, scritti con un font in stile vintage che dà l’idea del movimento..

Si chiama “Write a Bike” e, per il momento, è solo un progetto sulla carta.
Juri Zaech, giovane art director e designer d’origine svizzera che vive e lavora a Parigi, è la mente geniale che ha partorito l’idea di una serie di biciclette super-personalizzate il cui telaio prende la forma, scritta, del nome del proprietario. Un intero alfabeto di lettere usate, dunque, per comporre dei nomi propri, come Andrea, Matilde, Regina, nomi combinati a volte pensati anche per dei tandem, scritti con un font in stile vintage che dà l’idea del movimento.



Design, originalità e funzionalità sono le caratteristiche principali di queste biciclette che Juri Zaech sta cercando di trasformare in realtà realizzando il primo prototipo.
Un’idea davvero singolare che, se realizzata – e ci auguriamo questo avenga – non solo combina colore e originalità differenziando una bicicletta dall’altra, ma promuove l’uso di un mezzo di trasporto alternativo a quello motorizzato, per vivere la città in maniera ecocompatibile.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>