Festa dell’Architettura 2010 a Roma

di Redazione 1

La rassegna “Sensational Architecture" indaga lo spazio che l’uomo abita e le città di tutto il mondo in chiave fantastica e artificiosa attraverso foto, video e installazioni..

Garuti_Hong Kong_(Cardinal Points)

Dopo la Festa del Cinema di Roma perché no, è arrivato il momento di una Festa dell’Architettura di Roma. Questo è il primo anno per il Festival che prende il nome di Index Urbis, con più di 70 eventi che si sono conclusi la scorsa settimana.
Parallelamente a questo grande avvenimento si è svolta la rassegna “Sensational Architecture”, inaugurata nella capitale presso l’Auditorium Parco della Musica il 16 giugno (fino al 1° luglio), che indaga lo spazio che l’uomo abita e le città di tutto il mondo in chiave fantastica e artificiosa attraverso foto, video e installazioni.

Tra gli artisti che esibiscono i propri surreali lavori sulle metropoli internazionali, Mark Lewis, Spencer Tunick, Andrea Garuti e Isidro Ramirez.



Il primo, Lewis, propone per la rassegna i lavori “122 Leadenhall Street” del 2007, “North Circular” del 2000 e “Isosceles” del 2007; Tunick, che dal 1994 ad oggi ha realizzato 95 installazioni coinvolgendo centinaia di volontari che si sono offerti di posare nudi in gruppo davanti alla macchina fotografica o alla sua cinepresa, presenta le video-installazioni “Newcastle Gateshead, England”, realizzata al BALTIC Center for Contemporary Art nel 2005 e “Düsseldorf, Germany” al Museum Kunst Palast nel 2000; l’italiano Garuti presenta le serie fotografiche Cardinal Points e Views dove dettagli e inquadrature differenti vengono sovrapposti così che le immagini sembrano esser catturate in movimento; ed infine il fotografo Ramirez con i suoi scatti “360°Degrees” dei freddi edifici della Berlino Est durante gli anni del regime sovietico.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>