La Cina inaugura il primo museo dedicato ai cartoni animati

di Redazione Commenta

In Cina è stato da poco inaugurato il museo dei cartoni animati, ossia un luogo in cui viene combinata tradizione e modernità...

I cartoni animati sono delle opere audiovisive di animazione, che sono state proiettate per la prima volta al cinema per poi essere diffuse dopo la seconda guerra mondiale in televisione, con lo scopo di allietare tutta la famiglia. Negli ultimi anni i cartoni cinesi hanno trovato ampio spazio nell’industria televisiva e anche i bambini, cioè i principali fruitori, sembrano apprezzare i personaggi e le storie proposte dai disegnatori orientali.

Alla luce di questo in Cina è stato da poco inaugurato il museo dei cartoni animati, ossia un luogo in cui viene combinata tradizione e modernità, infatti i progettisti si sono ispirati alla filosofia di Confucio, il quale propagandava l’armonia tra la spiritualità e la natura. Il museo è stato creato per bambini e adulti, infatti gli edifici risultano particolarmente colorati e dalle forme inusuali, con molti spazi verdi prendendo spunto dai tradizionali giardini cinesi.

GUARDA I MIGLIORI ESEMPI DI STOP MOTION

Le due strutture principali sono all’interno di un complesso sormontato da stradine e ponti naturali immersi nel verde, che fanno di questo luogo un vero paradiso per grandi e piccini. I progettisti assicurano che nel corso degli anni aggiungeranno altri elementi per rendere il museo “una terra magica”, in cui i bambini potranno interagire con i personaggi dei loro cartoni animati preferiti.
L’idea sarà quella di studiare al meglio il rapporto che intercorre tra lo spazio naturale e gli elementi che sono stati aggiunti per erigere il parco, al fine di creare uno spazio unico in cui architettura e ambiente sono in completa sintonia. Nella gallery che segue tutte le foto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>