Invertire i colori di una foto con PhotoDemon

di Michele Costanzo Commenta

PhotoDemon Negativo
Gli appassionati di fotografia che hanno lavorato con strumenti analogici sicuramente ricorderanno i ‘negativi’, spezzoni di rullino fotografico che poi mediante sviluppo generavano l’immagine finale. Nei negativi ogni colore è ‘invertito’, rappresentato cioè attraverso il colore complementare. Molti programmi, tra cui PhotoDemon, dispongono di semplici filtri che permettono di ricreare l’effetto del negativo fotografico.

I filtri Inverti di PhotoDemon

In questa guida vedremo brevemente come utilizzare PhotoDemon per invertire i colori di una fotografia. Il programma dispone in questo senso di strumenti separati che permettono di agire sia sul modello di colore RGB che sul modello di colore CMYK. Come primo passo dal menù “File > Apri” di PhotoDemon procediamo ad aprire l’immagine da modificare. Nella maggior parte dei casi le immagini digitali scaricate da internet o acquisite tramite una fotocamera utilizzano il modello di colore RGB che si basa sulla terna di colori additivi rosso (Red), verde (Green) e blu (Blue).

Per invertire i colori di questo tipo di immagine andiamo quindi nel menù “Regolazioni > Inverti > Inverti RGB”. Questo filtro non prevede alcuna regolazione dal momento che si limita a cambiare il colore di ogni pixel con il suo complementare. PhotoDemon creerà quindi direttamente il ‘negativo’ dell’immagine o della sola porzione selezionata. Un esempio dei risultati che si possono ottenere con questo strumento è visibile nell’immagine che apre il post.

PhotoDemon ed i colori CMYK

Attraverso il menù “Regolazioni > Inverti > Inverti CMYK” PhotoDemon permette di lavorare anche con il modello di colore CMYK. Questo strumento è particolarmente interessante perché può essere utilizzato in chiave inversa. Disponendo di una versione digitalizzata di un negativo fotografico in quadricromia, il filtro “Inverti CMYK” può essere utilizzato per ricostruire i colori reali dell’immagine.

In questa guida è stato utilizzato PhotoDemon 6.6 scaricabile dal sito ufficiale del progetto. Tutte le guide su PhotoDemon sono raccolte in questa sezione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>