Steve McCurry in Italia con una mostra fotografica

di Redazione Commenta

Trattasi dell’esposizione di oltre 200 scatti di Steve McCurry, uno dei più grandi e noti maestri del nostro tempo.

A Roma, presso il Museo d’Arte Contemporanea, fino al 29 aprile del prossimo anno, c’è un’interessante mostra per gli amanti della fotografia. Trattasi dell’esposizione di oltre 200 scatti di Steve McCurry, uno dei più grandi e noti maestri del nostro tempo con i suoi scatti realizzati quasi sempre in zone del globo caratterizzate da guerre e conflitti.

Nel corso della mostra, in accordo con quanto reso noto dal Comune di Roma attraverso il proprio sito Internet, sarà anche esposto un lavoro inedito su Paesi come Cuba, ed anche tutta una serie di scatti molti belli dedicati al Buddismo.



PON PHOTOGRAPHY AWARD 2011

Sempre in esclusiva, tra gli oltre 200 scatti esposti, in onore dei 150 anni dell’Unità d’Italia, alcune immagini esposte e realizzate da Steve McCurry riguardano i soggiorni effettuati negli anni dal fotografo nel nostro Paese. Maestro documentarista come pochi, presso il Museo d’Arte Contemporanea della Capitale sarà così possibile ammirare con gli scatti le Regioni italiane, ma anche i Paesi dell’Oriente, l’Afganistan ed il Tibet in un vero e proprio mosaico di culture, di popoli e di tradizioni.

FESTIVAL DELLA FOTOGRAFIA STORICA A ROMA

Nato a Philadelphia il 24 febbraio del 1950, Steve McCurry è noto al grande pubblico per “La ragazza afgana”, uno scatto che nel mese di giugno del 1985 venne pubblicato sulla prestigiosa rivista del National Geographic. Steve McCurry è stato in tutti i Paesi più instabili a livello geopolitico nel passato e nel presente, dall’Afghanistan alla Cambogia e passando per la ex Jugoslavia, lo Yemen, la Birmania e Beirut. Tutti Paesi dove ha realizzato degli splendidi reportage.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>