Concorso fotografico Metti a fuoco la corruzione

di Filadelfo Scamporrino Commenta

Le foto, massimo due a partecipante, dovranno essere inviate via posta elettronica entro e non oltre la data del 25 novembre del 2013.

Canon seminari per la gestione documentale

Un concorso fotografico la cui finalità è quella di richiamare l’attenzione dei cittadini, con particolare riferimento ai giovani, al grave fenomeno che è rappresentato nel nostro Paese dalla corruzione. Trattasi di “Metti a fuoco la corruzione“, un contest fotografico che è partito lo scorso 28 ottobre del 2013, e che è stato realizzato con il Dipartimento della Funzione pubblica e con la partnership di Junior Achievement e di Legality Band Project.



FOTOCAMERA ANTIURTO SUBACQUEA

In accordo con quanto riportato dal sito Internet Transparency.it, da dove è possibile visionare e scaricare il regolamento del contest, il concorso fotografico Metti a fuoco la corruzione è a partecipazione gratuita da parte dei fotografi non professionisti e da parte degli studenti delle scuole superiori in gruppo.

QUANDO I FRATTALI DIVENTANO ARTE

Le foto, massimo due a partecipante, dovranno essere inviate via posta elettronica entro e non oltre la data del 25 novembre del 2013. Una giuria valuterà le opere presentate al concorso fotografico Metti a fuoco la corruzione tenendo conto del messaggio a tema fornito dagli scatti, dal loro impatto e dall’interpretazione del soggetto. L’annuncio dei vincitori del concorso fotografico Metti a fuoco la corruzione avverrà il 9 dicembre del 2013 presso il Dipartimento della Funzione pubblica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>