Architetti bio per case sempre più ecologiche

di Lucia Guglielmi Commenta

Quando si tratta di costruire nuove abitazioni, l’architetto è chiamato ad essere sempre più “bio”, ovverosia orientato verso scelte progettuali che mirino all’efficienza ed al risparmio energetico.

Quando si tratta di costruire nuove abitazioni, l’architetto è chiamato ad essere sempre più “bio”, ovverosia orientato verso scelte progettuali che mirino all’efficienza ed al risparmio energetico. A rilevarlo è stata la Camera di Commercio di Milano in accordo con un’indagine che è stata effettuata attraverso l’azienda speciale Borsa Immobiliare, e con la collaborazione del Collegio Agenti d’Affari in Mediazione della Provincia di Milano, e della FIMAA Milano su un campione di mediatori immobiliari operanti sul territorio milanese.

In particolare, dall’indagine è emerso come chi cambia casa, in un caso su cinque, la vuole ecologica e, quindi, con scelte progettuali che rispettino opportuni standard sui materiali, ma anche risparmio energetico ed isolamento a livello acustico e termico.


CASA PORTATILE D’EMERGENZA

Di conseguenza, in fase di progettazione e di costruzione di un immobile, c’è sempre più bisogno durante i lavori non solo di bio architetti, ma anche di esperti in materia ambientale; questo perché i materiali devono essere eco-compatibili, e perché le famiglie rispetto al passato sono consce del fatto che un immobile “green”, anche se magari costa di più, poi a regime negli anni offre un risparmio energetico che ripaga dall’investimento.

LOU RUVO CENTER: INCREDIBILE ARCHITETTURA DI FRANK GEHRY

D’altronde rispetto al passato, e comunque rispetto al periodo pre-crisi, le compravendite di immobili da un lato sono in calo, ma dall’altro sono sempre più orientate alla ricerca di case di qualità, innovative e con standard di efficienza e di risparmio energetico in grado anche di migliorare anche la qualità della vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>