Poltrona Frau Museum design e intelligenza

di Filadelfo Scamporrino Commenta

In accordo con quanto riportato dal sito Internet Poltronafraumuseum.it, all’interno degli stabilimenti il Poltrona Frau Museum è un sito unico di architettura industriale.

Su uno spazio di ben 1.400 metri quadrati, a Tolentino è stato inaugurato il Poltrona Frau Museum, una location dove a spiccare è il design e l’intelligenza di cento anni di storia dell’azienda quotata in Borsa a Piazza Affari. Al Poltrona Frau Museum, in base ad un progetto di Michele De Lucchi, è possibile ammirare una vasta collezione di immagini, arredi, disegni e materiali che mai prima d’ora sono stati esposti al pubblico.

In accordo con quanto riportato dal sito Internet Poltronafraumuseum.it, all’interno degli stabilimenti il Poltrona Frau Museum è un sito unico di architettura industriale che racconta dell’eccellenza italiana esportata in tutto il mondo. Nonostante la location sia situata all’interno di un contesto e di un ambiente produttivo, il Poltrona Frau Museum offre al visitatore un’atmosfera silenziosa ed una dimensione appartata che racconta il design italiano.



ITALIAN WORKSHOP DESIGN

In accordo con quanto dichiarato dal presidente di Poltrona Frau, Franco Moschini, c’è grande orgoglio e soddisfazione per un progetto come quello del Poltrona Frau Museum che rappresenta l’avverarsi di un sogno che mette in bella mostra quelli che sono i valori del made in Italy nel mondo.

COME LAVORARE A FIANCO DI PHILIPPE STARCK

Non a caso il brand director di Poltrona Frau, Roberto Archetti, ha posto l’accento sul fatto che con il Poltrona Frau Museum è possibile far conoscere a tutti i visitatori, italiani ed internazionali, quella che è stata negli ultimi cento anni la storia e la passione che l’azienda mette ogni giorno nella realizzazione dei prodotti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>