Progetto arredo e design La Brianza del fare

di Filadelfo Scamporrino Commenta

Si chiama “La Brianza del fare”, ed è un progetto che la Camera di Commercio locale, assieme a quella di Como e Promos-Clab, promuovono a valere sul prossimo anno a favore delle imprese dell’arredo, del design e, in generale, del settore del mobile.

Si chiama “La Brianza del fare“, ed è un progetto che la Camera di Commercio locale, assieme a quella di Como e Promos-Clab, promuove a valere sul prossimo anno a favore delle imprese dell’arredo, del design e, in generale, del settore del mobile. L’obiettivo, in particolare, è quello di accompagnare le aziende del settore verso percorsi di internazionalizzazione anche attraverso la partecipazione a fiere internazionali in Paesi come la Russia, la Cina, il Messico e Singapore.

Attraverso incontri e progetti, con “La Brianza del fare” si punta ad accompagnare le imprese del mobile verso eventi quali I Saloni WorldWide, a Mosca, l’IMM di Colonia, ma anche in Italia verso il Salone Internazionale del Mobile. D’altronde, pur mantenendo le proprie radici in Italia, in un mondo sempre più globalizzato ed interconnesso l’internazionalizzazione è importante e decisiva nelle relazioni commerciali ed anche per la valorizzazione del nostro made in Italy.



ARCHITETTI BIO PER CASE SEMPRE PIU’ ECOLOGICHE

Non a caso con il progetto arredo e design “La Brianza del fare” i promotori dell’iniziativa puntano a mettere al centro delle azioni il design, l’imprenditorialità ed anche il prodotto; il tutto con il fine non solo di rimanere competitivi, ma anche di incrementare il proprio grado di penetrazione sui mercati nazionali ed internazionali.

DESIGN PER MOBILI E COMPLEMENTI D’ARREDO

Le missioni imprenditoriali che saranno messe a punto l’anno prossimo saranno accompagnate da incontri business to business con gli operatori del comparto, ma anche da progetti di aggregazione tra imprese, consulenza, assistenza specialistica, e servizi per l’accompagnamento e l’apertura verso i mercati esteri a favore di quelle PMI che puntano ad una presenza diretta su mercati diversi da quello italiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>