iPhoto per iPhone e iPad

di Redazione Commenta

iPhoto facilita ora tantissime operazioni, tra cui quelle per il ritocco delle immagini, o semplicemente per andare a confrontarle o selezionare quelle che nel proprio album sono le foto migliori.

Una delle app più note ed utilizzate dagli utenti Apple per la fotografia è stata interamente riprogettata per l’ambiente iOS. Trattasi dell’app iPhoto, un’applicazione universale che risulta essere supportata sia dall’iPad 2 e versioni superiori, sia dagli iPhone 4 e modelli successivi. A darne notizia è stata proprio la società di Cupertino Apple nel far presente come l’app sia già disponibile per l’acquisto dall’App Store al sito www.itunes.com/appstore.

iPhoto ora permette sui dispositivi Apple di poter andare a sfruttare al massimo tutte le funzioni multi-touch offerte da iPad e iPhone, così come è possibile in pochi step sfogliare, utilizzare e gestire i propri al album fotografici che poi grazie a iCloud si possono condividere sempre ed in ogni dove.



APP IPHONE E IPAD COREL

iPhoto facilita ora tantissime operazioni, tra cui quelle per il ritocco delle immagini, o semplicemente per andare a confrontarle o selezionare quelle che nel proprio album sono le foto migliori. Il tutto grazie ai pennelli touch dell’app iPhoto che offre anche la possibilità di poter effettuare sugli scatti delle regolazioni in specifici punti con la massima precisione.

MOSTRA STEVE JOBS 1955-2011 A TORINO

Al prezzo di 3,99 euro l’una, Apple sull’App Store ha messo a disposizione non solo iPhoto, ma anche le app GarageBand 1.2 e iMovie 1.3, così come al prezzo di 7,99 l’una sono disponibili da www.itunes.com/appstore anche Pages 1.6, Keynote 1.6 e Numbers 1.6. Ed il tutto fermo restando che per gli attuali clienti gli aggiornamenti sono disponibili gratuitamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>