La casa come luogo di soddisfazione estetica

di Filadelfo Scamporrino Commenta

Interessante Rapporto che la Camera di Commercio di Milano ha realizzato per il Salone internazionale della casa, il Macef.

Trasformare l’ambiente secondo i propri gusti non solo per fini funzionali, ma anche come soddisfazione estetica. Questo è quanto emerso per la casa da un’indagine della Camera di Commercio di Milano sul comportamento dei cittadini del capoluogo lombardo riguardo agli ambienti domestici.

In particolare, dall’indagine dell’Ente camerale si evince come i milanesi siano dei veri e propri maniaci della casa, e come siano pronti ad abbellirla non solo al fine di renderla confortevole, ma anche affinché l’ambiente domestico diventi un luogo di svago.



MACEF 2012 A MILANO

E così, stando al Rapporto che la Camera di Commercio di Milano ha realizzato per il Salone internazionale della casa, il Macef, i cittadini del capoluogo lombardo per la casa sono pronti a spendere in media la bellezza di 160 euro al mese affinché l’ambiente domestico possa essere sempre gradevole non solo per chi ci abita, ma anche per tutti coloro che si intendono ospitare.

IL MACEF DI MILANO PRESENTA UNA SELEZIONE DI DESIGN PER ARTSHOP E BOOKSHOP

E così si compra biancheria per la casa, complementi di arredo, e chiaramente anche piante, fiori, decorazioni ed altre suppellettili in linea con i propri gusti al fine di rendere l’ambiente domestico più bello e più confortevole per se stessi e per gli altri. Nel complesso per i milanesi gli articoli per la casa che si acquistano non devono essere solamente utili, ma devono anche essere un’occasione di divertimento e di svago andando quindi oltre quelle che possono essere per l’ambiente domestico i bisogni funzionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>